SCARPA PETRA MID DA DESERTO SABBIA 980

110,00

Svuota
Codice: AKU.980@2
Marca: AKU
COD: AKU.980@2 Categorie: , , , , Brand:

Descrizione

Scarpe da deserto, progettate, su nostre indicazioni, da AKU, con competenza ed attenzione,. Coloro che le hanno già utilizzate ne sono rimasti entusiasti, per la comodità di calzata, per la traspirabilità e per la loro unica capacità di adattarsi al piede e quindi essere ideali anche per lunghe camminate.

VERSIONE MID nella misura 42 (ESEMPIO):
altezza media cm 18
peso gr 550


I punti importanti che caratterizzano il prodotto sono:
traspirazione. E’ utilizzato Air 8000 materiale tipo cordura più traspirante e resistente in assoluto.
flessibilità. Le Petra sono scarpe flessibili per distribuire il peso uniformemente sulla sabbia per un maggiore portanza, come il piede del cammello.
resistenza alla perforazione. Chi non conosce le spine d’acacia. Le calzature da Sahara francesi od americane non riescono trattenere la penetrazione delle spine di grosse dimensione, mentre le Petra è dotata dei intersuola in nylon che protegge in modo sicuro il piede.
elasticità della suola. L’intersuola protettiva è calibrata anche per dare alla suola una corretta elasticità necessaria per guidare con piede sensibile e ben distribuito sul pedale dei comandi.
tenuta della suola. Per l’utilizzo nelle camminate è stata utilizzata la suola Vibram, indiscussa regina dei trekking e dell’alpinismo.
isolamento termico. La gomma della suola è di colore chiaro per evitare il surriscaldamento dovuto a rifrazione delle superfici calde.
doppia altezza. Petra è disponibile nella classica versione alta per chi predilige il sostegno e la protezione della caviglia ed anche mid, più bassa che lasciando libera nel movimento la parte bassa del polpaccio è più comoda nella guida di autoveicoli.
personalizzazione. Petra è disponibile in misure italiane anche nelle mezze taglie, dato che soprattutto per uso trekking la scarpa deve essere perfetta, cioè sufficientemente grande per non toccare in punta, ma sufficientemente piccola per evitare movimenti interni.
Prezzo molto interessante. In caso di ordinazione si consiglia, per definire la misura, di comunicare oltre che al numero di scarpa usuale anche la lunghezza del piede espressa in centimetri.

Nella seconda foto Visione della  suola Vibram in colore sabbia con grip artigliato; all’interno della scarpa è visibile l’intersuola in nylon che oltre a proteggere da spine particolarmente penetranti, ha caratteristica di memoria che permette ottima flessibilità ma ritorno immediato alla posizione distesa.

CONSIGLI
– Imperneabilità
essendo la scarpa Petra studiata per climi particolarmente caldi è priva di membrana impermeabile Goretex, questo per mantenere un altro grado di traspirazione. In caso di uso fuoristradistico, condizione nella quale la protezione dall’acqua è gradita, è possibile impermeabilizzare la calzatura con il prodotto NIKWAX Fabric&Leather. E’ un liquido a base d’acqua che si applica, a mezzo del predisposto dosatore a spugna, su scarpe, in pelle e cordura, asciutte o bagnate in modo semplice e veloce.
Calze Per il massimo comfort consigliamo l’utilizzo di calze Mico con X-Static,particolare fibra a fili d’argento in grado di essere altamente antibatterica (gli ioni d’argento aggrediscono il sistema respiratorio dei batteri), antistatica, antistress e soprattutto termoregolatrice (adatta sia per il caldo che per il freddo).
Numerazione. Per determinare la numerazione si consiglia di comunicare oltre che al numero solito di scarpa anche la lunghezza del piede espressa in mm. Le scarpe Petra calzano piuttosto abbondanti, quindi è da calcolare mezza od una taglia in meno.

RISULTATI DEI TESTS

Nome cognome : Stefano Laberio Minozzi
Indirizzo: Padova

Principali attività: Escursioni ed esplorazioni nella fascia sahariana con mezzi fuoristrada propri. Redattore di www.sahara.it.

Lo scarpone AKU è stato testato per la prima volta in Tunisia, a metà Aprile 2005, in occasione di una escursione nel tratto di erg che divide Ksar Ghilane, Timbaine e Douz.
Il mezzo di trasporto: Mercedes Unimog ex Parigi-Dakar.
Il clima: temperatura di circa 38 gradi centigradi con grandi folate di vento e molta sabbia in sospensione. Ruolo operativo ricoperto: navigazione e organizzazione della logistica compresa la guida e l’allestimento quotidiano dei campi.
Lo scarpone AKU è stato indossato, con calze Mico con X-Static, durante tutte le giornate senza procurare fastidio o sofferenza di alcun tipo, nonostante non fosse stata in precedenza testata.
La qualità tecnica immediatamente apprezzata è stata la perfetta traspirazione garantita dallo scarpone che ha impedito il surriscaldamento del piede, nonostante le alte temperature e la continua operatività. Inoltre, nell’impiego su sabbia, che ricopriva il 50% del terreno del viaggio, ha dimostrato una buona aderenza dovuta alla particolare flessibilità della suola.
La scelta del modello alto è stata voluta per evitare l’infiltrazione della sabbia che produce fastidiosi attriti e, nonostante i numerosi lacci, ha dimostrato una ottima vestibilità.
Pro: Leggerezza, traspirazione, flessibilità, estetica, robustezza.
Contro: colore, piacevole ma sporchevole.

Stefano Laberio Minozzi è l’autore della fotografia ambientata

————————————————- 

Nome cognome : Giacomo Ferri
Indirizzo: Cuneo

 

La scoperta delle Petra della AKU ha significato un amore a prima vista. Averle confortevoli compagne di avventura mi hanno fatto amare ancor di più i terreni e le atmosfere che pur da anni solco e frequento con la mia attività di “tour-guide” in moto nel deserto del Marocco.
Niente a che vedere con la classica scarpa da trekking “adattata” all’uso nel deserto. Se inizialmente credevo di usarle esclusivamente nell’outdoor più impegnativo, mi sono reso conto che sono rimaste nei miei piedi tutto il giorno assolvendo al loro compito in piena efficienza.
Certo che il meglio la scarpa me lo ha dato sui fondi per le quali è nata. Le ho apprezzate tantissimo sulla sabbia delle dune. Pur testando la versione MID non ho mai avuto la fastidiosa sensazione della sabbia che entri nella calzatura. Ho camminato per parecchi chilometri su terreni pietrosi del deserto brullo ad anche in questa situazione la calzatura mi ha dato prova della sua notevole adattabilità e leggerezza.
Soprattutto se abbinate ad un buon calzino tecnico le sue doti di traspirazione si possono veramente apprezzarne. Non mi è mai capitato di infilare un paio di scarpe nuove, portarle dal mattino alla sera e non avere il minimo disagio che normalmente queste comportano. Pensare che i miei piedini sono tutt’altro che facili da accontentare.
Da motociclista off-road quale sono non ho resistito alla tentazione di “provarle” sulla moto, scoprendo che, limitatamente ad un uso molto turistico, le Petra si possono utilizzare tranquillamente anche così.
Sempre in tema di autoveicoli le ho sperimentate alla guida del fuoristrada senza avere alcun problema di guida.
La buona tenuta sulla caviglia, per me fondamentale perché soggetto a delle dolorose distorsioni, e la speciale realizzazione con l’uso del foglio di nylon nell’intersuola, mi hanno sempre conferito una notevole serenità. Non è ancora del tutto dimenticato da parte mia la drammatica esperienza della spina di acacia che mi si conficcò nel piede destro in Tunisia nel 1999.
D’ora in avanti saranno tra i primi equipaggiamenti a prendere posto nel mio borsone avventura per nuove esplorazioni in terra d’Africa.
giacomo ferri

Informazioni aggiuntive

Marca

Taglia

11, 11.5, 10.5, 3.5, 3

COLORE