TOUR DIVIDE 2017: Iditarod o Tour Divide?

Continua il Tour Divide di Roberto Gazzoli, il bresciano DOC che sta attraversando dal Canada alla New Mexico in bicicletta, per l’esattezza in Single Speed.
Sta percorrendo km e grazie all’uso dello Spot puoi tenerlo monitorato sulla classifica in Trackleader:

http://trackleaders.com/tourdivide17i.php?name=Roberto_Gazzoli

Lasciato velocemente l’Idaho, sono entrato in Wyoming, lambendo il parco di Yellowstone.
Da qui una veloce discesa per raggiungere il piatto forte di giornata: il Gran Teton National Park. Nonostante i lunghi tratti su asfalto ed il traffico piuttosto sostenuto (il parco è una delle mete turistiche più frequentate dellla zona), la giornata é stata assolutamente fantastica.

Uscito dal parco mi attende una lunga salita in gran parte su asfalto fino al passo a 2.900 metri di quota.

Quando sto già pregustando la discesa finale arriva inattesa la sorpresa: la traccia mi fa seguire una pista ancora chiusa al traffico.
Per un paio d’ore proseguo tra la neve ed il fango chiedendomi se ne valga veramente la pena e la risposta arriva così, all’improvviso, dietro una curva.

La mattinata è trascorsa più o meno così, spingendo ancora tra neve e fango fino allo Union Pass.
Quella che si preannunciava una tappa tranquilla (140 km e 1.300 metri di dislivello), si è invece rivelata essere una delle più difficili finora.

Lungo la discesa ho potuto ammirare diversi esemplari di antilocapre (pronghorn) che popolano le praterie attraversate dal mitico Green River.
Ho infine raggiunto Pinadale, piccola cittadina di 2.000 abitanti dove ho deciso di fermarmi per riposare e fare un po’ di manutenzione alla bici.

 

PRODOTTI CONSIGLIATI: