In cammino

Il nostro territorio è ricco di sentieri e cammini, itinerari di qualche giorno o di mesi che offrono l’opportunità di riscoprire il fascino di viaggiare a piedi, come facevano pellegrini, viandanti e mercanti del passato. Si tratta di percorsi, spesso di interesse storico, con diversi livelli di difficoltà che uniscono borghi, montagne e boschi; in epoche passate, questi rappresentavano l’unica via di comunicazione.

 

Se un tempo ci si metteva in cammino per necessità, oggi i motivi che possono spingere a partire all’avventura possono essere molteplici, come il tentativo di ritrovare il contatto con la natura e scoprire l’essenza o l’autenticità di un luogo; staccare la spina dalla quotidianità e lavorare su se stessi, fare una vacanza all’insegna dello sport e del movimento, esigenze religiose o culturali… Ma soprattutto intraprendere un cammino significa sfidare se stessi, mentalmente e fisicamente.

 


“In fondo, se ci pensate, non serve nessuna arte per camminare. L’abbiamo imparata da piccoli e non l’abbiamo più scordata. Basta alzarsi, uscire di casa, e mettersi in marcia. Ma per farlo in modo cosciente, occorre qualche premessa, qualche attenzione.”

Da “L’arte del camminare” di L. Gianotti (2011)


 

GLI INDISPENSABILI

ZAINI

 

SCARPE

 

ACCESSORI

 

 

Quello dei cammini in Italia nasce come un turismo sostenibile, in cui lo spirito di adattamento è molto importante; una vacanza che non solo è salutare, ma offre anche l’opportunità di scoprire luoghi magnifici, in solitaria, con la famiglia o con gli amici. 

Chi di voi non ha mai sognato di calcare la famosa Via Francigena, rifarsi gli occhi lungo il Sentieri l’Infinito delle Cinque Terre (Patrimonio UNESCO), la via degli dei, o il vicino Giro del Garda?  Curioso di affrontare uno di questi cammini? cerca informazioni nel nostro reparto libri.