The Gift of Giving. Il Black Friday secondo Patagonia

Il Black Friday nasce in America e negli ultimi anni si è fatto conoscere in tutto il mondo. La sua origine risale agli anni 50, ma il nome in sé è stato inventato parecchi anni più tardi. In questa giornata, ormai una sorta di simbolo del consumismo, si vede gente affannata nella corsa ai regali (di Natale e non) per amici, parenti, persone care, ma anche per se stessi. 

Così come noi di Gialdini nel nostro piccolo abbiamo reinterpretato questa giornata secondo la nostra filosofia e in versione green, anche Patagonia, come sempre in controtendenza rispetto alla maggior parte dei brand mainstream, ha dato vita ad alla propria iniziativa a favore dell’ambiente “The Gift of Giving”.

Da sempre disposto a sfruttare i mezzi a propria disposizione per salvaguardare il pianeta, già nel 2016 il brand Patagonia era stato protagonista di una presa di posizione molto chiara: aveva scelto di fare un regalo al nostro pianeta devolvendo il 100% del ricavato delle vendite del Black Friday ad associazioni ambientaliste.

Ormai da decenni il brand utilizza ogni mezzo a sua disposizione per salvaguardare il pianeta, dal clima, all’aria che respiriamo; dall’acqua che beviamo, alla terra che coltiviamo. In più, forse non tutti sanno che dal 1985 l’azienda dona l’1% delle vendite ad associazioni ambientaliste non-profit, in quanto membro di 1% For the Planet.

L’attivismo è una costante nella filosofia dell’azienda, che è da sempre sostenitrice dei “diritti dell’ambiente”, nonché di una politica di sensibilizzazione e responsabilizzazione del cliente. Anche in occasione del Black Friday di quest’anno Patagonia non ha deluso, dando vita all’iniziativa “The Gift of Giving”: dal 29 novembre al 31 dicembre 2019, se un cliente effettua una donazione ad un’associazione non-profit che difende l’ambiente, Patagonia verserà lo stesso importo; il tutto è possibile da questo link Patagonia Action Works. 

L’azienda ha presentato la sua speciale versione del Black Friday 2019 con una lettera, intitolata “lettera per il nostro futuro”, in cui si spiega che la crisi climatica non è una semplice previsione, ma una situazione spaventosamente attuale, “un’ampia e rapida trasformazione della terra, dell’energia, delle industrie, degli edifici, dei trasporti e delle città” (Intergovernmental Panel on Climate Change, IPCC – ottobre 2018), una crisi che dovrebbe essere arginata al più presto per permetterci di avere un futuro sul nostro pianeta. 

Perché “The Gift of Giving”? Patagonia vorrebbe sensibilizzare più persone possibili per far passare il messaggio presentato anche nella “lettera per il nostro futuro”. Per questo motivo il brand si è inventato una formula per cui la donazione può essere regalata, anche per Natale, effettuandola per conto di un amico o di una persona cara. Grazie a quest’iniziativa, in controtendenza rispetto al Black Friday di altri brand e negozi, il regalo per l’ambiente risulta raddoppiato proprio perché Patagonia stessa versa poi la stessa cifra donata, raddoppiandone così il valore. Un regalo che può fare la differenza e l’idea sarebbe proprio quella di sostituire, almeno per quest’anno e almeno per una volta, un regalo materiale con una donazione a favore del nostro pianeta… Dopotutto anche la Terra si merita un regalo. 

Per scoprire di più visita le pagine di Patagonia dedicate: The Gift of Giving Action Works