Scarponi da sci quali scegliere e come

Perchè è bene scegliere un negozio specializzato?

Rivolgersi ad un negozio con personale specializzato permette di evitare errori nell’acquisto, nel nostro team c’è una persona, Marco De Lorenzi, la cui competenza è riconosciuta non solo dai clienti ed atleti soddisfatti, ma anche dalle aziende produttrici.

Marco, infatti responsabile del nostro settore neve, è consulente di Atomic, Tecnica aziende leader mondiale nell’ambito sci e SIDAS, primario produttore di solette per calzature sportive, a cui offre il proprio know-how e partecipa allo sviluppo di prodotti sempre più rivolti alle esigenze dei clienti finali.
Grazie ad un’esperienza trentennale, Marco si è specializzato nel Boot Fitting, attività che permette di modellare lo scarpone in base alle morfologia del piede ed alle esigenze del cliente.
Spesso l’alloggiamento del piede nello scarpone da sci non è confortevole, perché è inserito in una tomaia rigida di plastica che difficilmente adatta con l’uso. A volte le pressioni provocate da queste calzate poco confortevoli portano a fastidi e dolori che in alcuni casi arrivano addirittura a far abbandonare l’attività dello sci.
Marco non fa miracoli ma, con la sua manualità, è in grado di modellare lo scafo rigido alla conformazione del piede, togliendo materiale, allargando le calzate, modificando i punti di pressione, personalizzando le solette d’appoggio e intervenendo sulla scarpetta.
Tutte queste operazioni sono richieste dagli atleti dato che ormai sono diventate necessarie per ottenere sempre migliori risultati nelle competizioni sciistiche.
La scarpa che si adatta al piede è il segreto oltre che per il comfort anche per la maggior precisione nella conduzione dello sci.
Spesso si da più importanza all’attrezzo sci che non alla calzatura.
Basti pensare che lo scarpone è il collegamento tra noi e l’attrezzo sci a cui inviamo i comandi che elaboriamo nella nostra testa.
Lo scarpone è quello che conduce lo sci, gli dà la giusta direzione, la corretta presa di spigolo, la possibilità di correggere gli errori di posizione ecc.
Un’operazione studiata ed elaborata da Marco è in pratica un canting dell’asse tibiale che permette la perfetta pressione della soletta dello sci sul terreno indipendentemente dalla verticalità della tibia.

Ci sono delle regole generali per capire se lo scarpone va bene?
Per prima cosa viene fatta un analisi del piede identificando le esigenze del cliente. Le informazioni che otteniamo in questa fase, ci permettono di andare a fare un’accurata selezione sullo scarpone che calzerà in modo adeguato al cliente. La consulenza di un venditore competente è oggi molto importante perché sul mercato esistono varie proposte che si differenziano in flex (flessibilità) e last (larghezza di pianta) e spesso la prima sensazione della calzata non è quella che poi sentiremo sulle piste.

Quanto è importante il flex e il last?
La flessione e la larghezza dello scarpone sono parti fondamentali nella scelta dello scarpone. Il Flex dello scafo è importante perché è strettamente legato alla tipologia di sciata del cliente e al suo peso; più rigidità per lo sciatore esperto e/o pesante, più flessibile per il principiante e/o persona leggera. I gradi di flessibilità variano da valore 90 un uomo leggero o alle prima armi sino ad arrivare ad un valore 150 per un agonista.   
Con il temine last s’intende la larghezza interna della pianta dello scarpone; è importante valutarla attentamente durante l’analisi del piede perchè la pressione sul metatarso è quella che crea il maggior dolore al piede. Identificare la propria larghezza ideale dello scafo evita la spiacevole sensazione di avere il piede in una morsa e forte dolore nella zona anteriore durante le discese.

Quanti tipi di categorie esistono?
Ci sono due tipologie di scarpone il Race ed l’All Round:
Race: sceglie il Race chi ama avere maggior trasmissione tra lo sci ed il piede. Per ottenere questo la calzature deve permettere al piede grande sensibilià, quindi la scarpetta interna è molto sottile e lo scafo è molto rigido e preciso. Questo tipo di scarpone implica una maggiore precisione di calzata consentendo al piede, durante la curva, di essere sensibile sullo sci e quindi di percepire al massimo la gestione della conduzione.
All Roundscarponi più confortevoli per coloro che amano sciare per lungo tempo e vogliono essere “comodi”. Le scarpette sono dotate di imbottiture morbide un po’ più spesse che permettono un alloggiamento del piede più ovattato. L’offerta attuale permette anche di trovare calzature in grado di coniugare il comfort con ottime capacità di precisione e sensibilità.

Per qualsiasi informazione, o consulenza sull’acquisto vi aspettiamo in negozio, in via Triumplina 45 Brescia.